Contatti .......

Bologna

Cos'ha Bologna più di ogni altra città? I soprannomi!
Il capoluogo emiliano, oltre alle bellezze e curiosità che via via scopriremo, accumula su di sé, infatti, più nomignoli di qualunque altro centro abitato. Se è chiamata La Rossa” per il colore dei mattoni che caratterizzano il suo centro storico e, in tempi più recenti, per l'orientamento politico che ha manifestato, Bologna è definita anche “La Grassa” e “La Dotta”.
È facile giustificare il primo appellativo: nel territorio emiliano c'è da sempre una grande attenzione per la buona cucina e i prodotti gastronomici di qualità (come il parmigiano reggiano, il prosciutto di Parma e la mortadella) che a Bologna si compongono in ricette come quella del sugo di carne, delle ottime lasagne verdi, del dolce certosino, tipico del periodo natalizio, per non parlare dei tortellini, conosciuti in tutto il mondo.

Leggi tutto: Bologna

Parma

Parma, centro di una civiltà millenaria, è una bella cittadina della Padania, dominata dalla metà del Cinquecento dalla famiglia Farnese: casata a cui si deve la costruzione del maestoso complesso della Pilotta, con il Museo Archeologico Nazionale, il Teatro Farnese, la Galleria Nazionale (tra i capolavori opere di Correggio, Parmigianino, Lorenzo Lotto, Tiziano, El Greco e Raffaello), la Biblioteca Palatina e il Museo Bodoniano.

Poco distante da questo incantevole palazzo si erge la Cattedrale, intitolata a S. Maria Assunta e consacrata nel 1106: splendida testimonianza del romanico padano, con la facciata a capanna, rivestita di lastre d'arenaria e 'animata' da loggette. Dalla semplicità architettonica esterna si rimane colpiti dalle decorazioni pittoriche e architettoniche dell'interno: dai capitelli della navata, opera di maestranze lombarde, alla Deposizione di Benedetto Antelami, nel transetto destro; dalla Cattedra Vescovile sempre dell'Antelami, alla cupola, capolavoro assoluto del Correggio che, affrescata dal 1526 al 1530, precorre di un secolo i dinamici 'cieli' del periodo Barocco.

 

 

Leggi tutto: Parma

San Leo

L'Italia è quel paese in cui, se anche prendi un piccolo borgo inaccessibile, puoi scoprire che è stato la capitale di un regno, la meta di grandi poeti e di straordinari santi, il possesso di illustri signori e anche il carcere di imbroglioni creativi e instancabili rivoluzionari.
San Leo, borgo avvinghiato sulle ripide coste dei monti della Valmarecchia, rientra perfettamente in questa casistica. Se ancora non lo conoscete e pensate che la provincia di Rimini proponga solo mare, sole e feste in spiaggia, eccovi un'ottima occasione per rimediare, scoprendo un'opera d'arte fatta di pietra e natura che impreziosisce il tessuto di borghi su cui si fonda la nostra nazione: pur essendo una realtà di 3000 abitanti, infatti, San Leo può vantare la bandiera arancione del Touring Club, la partecipazione alla selezione de “I borghi più belli d'Italia” e anche, nel 2012, il titolo di “Comune gioiello d'Italia.”

Leggi tutto: San Leo

Fontanellato

Esistono dei luoghi che sono quasi nascosti sulla cartina geografica e che magari ti capitano fra i piedi per caso, ma che sono capaci poi di rimanerti impressi, come piacevoli ricordi e luoghi incantati, più delle grandi città o delle mete famose.
Questo accade perché è un tessuto di borghi quello che in fondo regge il nostro paese, collegando le cittadine principali in una continua rete di bellezza.
Fra questi borghi che fanno da ancelle a più ingombranti vicini, merita ricordare un piccolo comune a venti chilometri dalla più celebre Parma: Fontanellato.

Leggi tutto: Fontanellato

MACO...SA RIDI?

 

Il buonumore sul sito di OltrePistoia è assicurato! Da chi? Dal nostro vignettista di fiducia: Mauro Colligiani o, in arte, MACO! Buon divertimento!

 CURIOSITA' IN PILLOLE
PERSONAGGI ILLUSTRI
OLTRE LO SGUARDO

 

Aforismi poetici a cura del poeta pistoiese Simone Magli

Leggi tutti gli aforismi

I POST IT DELL'ANIMA

 

Dediche di luoghi per persone che amiamo. Nello spazio di un post it.

Leggi tutti i post it

 COLLABORAZIONI

                                              
    

ATTENZIONE! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili.

Se si procede nella navigazione senza modificare le impostazioni del browser, si dimostra di accettarli. Per saperne di piu'

Approvo

In informatica i cookie HTTP (più comunemente denominati Web cookietracking cookie o semplicemente cookie) sono righe di testo usate per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server, come ad esempio siti web preferiti o, in caso di acquisti via internet, il contenuto dei loro "carrelli della spesa".

Nel dettaglio, sono stringhe di testo di piccola dimensione inviate da un server ad un Web client (di solito un browser) e poi rimandati indietro dal client al server (senza subire modifiche) ogni volta che il client accede alla stessa porzione dello stessodominio web. Il termine "cookie" – letteralmente "biscotto" – deriva da magic cookie (biscotto magico), concetto noto in ambiente UNIX che ha ispirato sia l'idea che il nome dei cookie HTTP.

Ogni dominio o sua porzione che viene visitata col browser può impostare dei cookie. Poiché una tipica pagina Internet, ad esempio quella di un giornale in rete, contiene oggetti che provengono da molti domini diversi e ognuno di essi può impostare cookie, è normale ospitare nel proprio browser molte centinaia di cookie.

(Tratto da Wikipedia)