Gherardo Nerucci

Gherardo Nerucci è stato un avvocato e storico italiano. Proveniente da una famiglia nobile montalese, abitò nella grande villa prospiciente l’Ospedale del Ceppo fino al 1844. Nel 1837, ancora bambino, studiò presso Giuseppe Tigri. Nel 1844 – poco più che quindicenne – si iscrisse ai corsi di Diritto civile, Diritto canonico e Criminale all’Università di Pisa, dove entrò in contatto con alcuni studenti greci, dai quali imparò la lingua greca, sia antica che moderna, e attingendo dal loro panellenismo, iniziò ad appassionarsi agli ideali patriottici del Risorgimento. Nel 1848 partì con il Battaglione di guerra universitario composto dagli studenti dell’Università di Pisa per la spedizione di battaglia di Curtatone e Montanara. Nel 1851 partecipò alla sollevazione contro il Granduca Leopoldo II. Successivamente si ritirò nella villa di campagna, rinunciando dal 1873 all’insegnamento. La sua raccolta più celebre, Sessanta novelle popolari montalesi, frutto degli interessi folklorici, costituì una fonte importante per Italo Calvino, che nel 1956 ne adattò sedici novelle per le Fiabe italiane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

× scrivimi su whatsapp