Giuseppe Tigri

Abate e scrittore pistoiese, nacque il 22 dicembre 1806. Giuseppe Tigri fu importante per la città specialmente per la sua accurata Guida di Pistoia, che redasse nel 1881. In questo libro, che rappresenta ancora oggi un punto di riferimento per la conoscenza della città, il Tigri illustrò il territorio e la cultura pistoiesi, sua attività principale alla quale si dedicò con assidui studi per tutta la vita.

Fu inoltre professore e direttore del Liceo Forteguerri, dove ebbe per allievo lo scrittore Gherardo Nerucci, ed ebbe anche un’esperienza fuori dalla sua patria, come provveditore agli studi di Caltanissetta. Sostenne sempre la superiorità del dialetto pistoiese su quello fiorentino e, a riprova della sua notorietà, ricevette elogi anche da Alessandro Manzoni. Anche suo fratello Atto fu un personaggio noto a Pistoia: fu infatti docente di anatomia umana presso l’Università di Siena e militante nella guerra di Curtatone e Montanara. Giuseppe Tigri morì il 9 marzo del 1882.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

× scrivimi su whatsapp