Contatti .......

Domenico Antonio Cari

Domenico Antonio Cari, fra il 1737 e il 1745 abitava assieme al fratello Antonio in parrocchia di San Michele in Bonaccio, ancora ventenne. Insieme al fratello e poi successivamente ai figli, in via degli Orafi teneva una bottega dove fabbricava oggetti svariati e di svariata grandezza in rame, in ottone e anche in argento, mentre in via Bozzi aveva una fonderia di campane molto rinomata: a lui erano affidate le principali fusioni delle campane delle chiese pistoiesi, fra cui si ricordano quelle di Montale (1767), di San Mercuriale (1773) e della Vergine a Pistoia (1786). La sua ditta diventò così rinomata nell'ambito dei concerti di campane per torri o di campanelli per orologi che molte commissioni arrivarono addirittura dalla Francia, dove i meccanismi furono chiamati carillons, forse proprio dal cognome del Cari.

e-max.it: your social media marketing partner
MACO...SA RIDI?

 

Il buonumore sul sito di OltrePistoia è assicurato! Da chi? Dal nostro vignettista di fiducia: Mauro Colligiani o, in arte, MACO! Buon divertimento!

 CURIOSITA' IN PILLOLE
PERSONAGGI ILLUSTRI
OLTRE LO SGUARDO

 

Aforismi poetici a cura del poeta pistoiese Simone Magli

Leggi tutti gli aforismi

I POST IT DELL'ANIMA

 

Dediche di luoghi per persone che amiamo. Nello spazio di un post it.

Leggi tutti i post it

 COLLABORAZIONI

                                              
    

ATTENZIONE! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili.

Se si procede nella navigazione senza modificare le impostazioni del browser, si dimostra di accettarli. Per saperne di piu'

Approvo

In informatica i cookie HTTP (più comunemente denominati Web cookietracking cookie o semplicemente cookie) sono righe di testo usate per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server, come ad esempio siti web preferiti o, in caso di acquisti via internet, il contenuto dei loro "carrelli della spesa".

Nel dettaglio, sono stringhe di testo di piccola dimensione inviate da un server ad un Web client (di solito un browser) e poi rimandati indietro dal client al server (senza subire modifiche) ogni volta che il client accede alla stessa porzione dello stessodominio web. Il termine "cookie" – letteralmente "biscotto" – deriva da magic cookie (biscotto magico), concetto noto in ambiente UNIX che ha ispirato sia l'idea che il nome dei cookie HTTP.

Ogni dominio o sua porzione che viene visitata col browser può impostare dei cookie. Poiché una tipica pagina Internet, ad esempio quella di un giornale in rete, contiene oggetti che provengono da molti domini diversi e ognuno di essi può impostare cookie, è normale ospitare nel proprio browser molte centinaia di cookie.

(Tratto da Wikipedia)