Contatti .......

Carlo Collodi

Fiorentino di nascita, Carlo Lorenzini, meglio conosciuto come Carlo Collodi (1826-90), lega il suo nome al territorio pistoiese grazie alla madre, Angiolina Orzali, che era nata nella frazioncina di Veneri, vicino a Collodi. Il Lorenzini decise di assumere proprio lo pseudonimo del paese di nascita della madre quando cominciò a scrivere.
Fra gli anni '30 e '40 del XIX secolo studiò in seminario a Colle Val d'Elsa con l'idea di diventare prete, ma nel 1844 ecco la svolta: abbandonati gli studi, cominciò a lavorare in una libreria a Firenze, cominciando più tardi a scrivere recensioni ed articoli di giornale. Arrivò a collaborare con molte riviste, occupandosi di teatro, musica e letteratura.
Nel 1875 ebbe l'incarico di tradurre le fiabe dei maggiori scrittori europei, fra cui Charles Perrault. Il 7 luglio del 1881 uscì sul Giornale per i bambini il primo appuntamento de Le avventure di Pinocchio, che all'epoca presero il nome di Storia di un burattino. Soltanto due anni più tardi, nel 1883, pubblicò Le avventure di Pinocchio come un vero e proprio volume, riadattando le puntate uscite con il Giornale per i bambini.
All'apice del successo, nel 1890, venne stroncato da un infarto e morì, dopo aver lasciato numerosissimi scritti ed essere entrato per sempre nel mondo della fiaba grazie al racconto del burattino che vuole diventare un bambino vero.

e-max.it: your social media marketing partner
MACO...SA RIDI?

 

Il buonumore sul sito di OltrePistoia è assicurato! Da chi? Dal nostro vignettista di fiducia: Mauro Colligiani o, in arte, MACO! Buon divertimento!

 CURIOSITA' IN PILLOLE
PERSONAGGI ILLUSTRI
OLTRE LO SGUARDO

 

Aforismi poetici a cura del poeta pistoiese Simone Magli

Leggi tutti gli aforismi

I POST IT DELL'ANIMA

 

Dediche di luoghi per persone che amiamo. Nello spazio di un post it.

Leggi tutti i post it

 COLLABORAZIONI

                                              
    

ATTENZIONE! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili.

Se si procede nella navigazione senza modificare le impostazioni del browser, si dimostra di accettarli. Per saperne di piu'

Approvo

In informatica i cookie HTTP (più comunemente denominati Web cookietracking cookie o semplicemente cookie) sono righe di testo usate per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server, come ad esempio siti web preferiti o, in caso di acquisti via internet, il contenuto dei loro "carrelli della spesa".

Nel dettaglio, sono stringhe di testo di piccola dimensione inviate da un server ad un Web client (di solito un browser) e poi rimandati indietro dal client al server (senza subire modifiche) ogni volta che il client accede alla stessa porzione dello stessodominio web. Il termine "cookie" – letteralmente "biscotto" – deriva da magic cookie (biscotto magico), concetto noto in ambiente UNIX che ha ispirato sia l'idea che il nome dei cookie HTTP.

Ogni dominio o sua porzione che viene visitata col browser può impostare dei cookie. Poiché una tipica pagina Internet, ad esempio quella di un giornale in rete, contiene oggetti che provengono da molti domini diversi e ognuno di essi può impostare cookie, è normale ospitare nel proprio browser molte centinaia di cookie.

(Tratto da Wikipedia)