Contatti .......

Arte contemporanea ambientale: il Giardino di Daniel Spoerri nella provincia di Grosseto

Il Giardino di Daniel Spoerri è un tipico esempio di arte contemporanea ambientale, nato alle pendici del monte Amiata, per volere di Daniel Spoerri.
Agli inizi del 1990, l’artista scelse Pescina, frazione del Comune di Seggiano, in Provincia di Grosseto, per impiantare un “monumento naturale” denominato “Il Giardino di Daniel Spoerri” per l’appunto.


La bellezza del paesaggio toscano offerto dalle colline di Pescina sul Monte Amiata, unita alle opere futuristiche offerte da tutti gli artisti all’interno del Giardino, sono il connubio perfetto per un percorso turistico, che regala uno spettacolo davvero unico nel suo genere, trasmettendo emozioni bellissime.
Aperto al pubblico nel 1997, può essere visitato da Pasqua fino ad ottobre. Attualmente ci sono 103 opere di 50 artisti diversi.
Il suo nome “Il Giardino” è una denominazione geografica; nelle vecchie mappe lo si trova con il nome “Il Paradiso”. Si potrebbe quindi quasi parlare di un “giardino del paradiso”, visto anche il suggestivo paesaggio toscano di queste zone.
Tra le opere, caratteristico è anche il labirinto, costituito da un sentiero murato lungo 500 metri, la misteriosa formazione circolare di teste equine, una vista panoramica che si snoda dalla montagna al mare ed una serie di volti posti su colonne che completano il percorso.
Le sculture sono armoniosamente integrate nel paesaggio, caratterizzato da olivi, castagni e macchia mediterranea, affiancate da un percorso botanico.

 

Significativa è la scritta posta sul cancello d’ingresso: “Hic Terminus Haeret” , “Qui aderiscono i confini”, che tende a spiegare il senso di questo parco d’arte contemporanea oggi diventato una fondazione.

 

Il percorso, che non segue una definizione precisa, può essere considerato un itinerario didattico attraverso cui entrare in contatto con l’immaginazione artistica e la bellezza della natura; l’itinerario si snoda su una superficie di circa sedici ettari, e dal sito della fondazione è possibile scaricare e stampare la piccola mappa che può fare da guida per tutto il percorso.

 

La fondazione “Il Giardino di Daniel Spoerri”, oltre ad occuparsi della gestione del parco, prevede la possibilità di soggiorno per motivi di studio e ricerca a coloro che operano nell’ambito della creatività artistica.
Un’escursione turistica che si conclude in circa tre ore che vale la pena di fare con l’arrivo della primavera!

 

Felisia Toscano

 

per approfondimento si veda:

http://www.danielspoerri.org/italienisch/home.htm

 

e-max.it: your social media marketing partner
MACO...SA RIDI?

 

Il buonumore sul sito di OltrePistoia è assicurato! Da chi? Dal nostro vignettista di fiducia: Mauro Colligiani o, in arte, MACO! Buon divertimento!

 CURIOSITA' IN PILLOLE
PERSONAGGI ILLUSTRI
OLTRE LO SGUARDO

 

Aforismi poetici a cura del poeta pistoiese Simone Magli

Leggi tutti gli aforismi

I POST IT DELL'ANIMA

 

Dediche di luoghi per persone che amiamo. Nello spazio di un post it.

Leggi tutti i post it

 COLLABORAZIONI

                                              
    

ATTENZIONE! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili.

Se si procede nella navigazione senza modificare le impostazioni del browser, si dimostra di accettarli. Per saperne di piu'

Approvo

In informatica i cookie HTTP (più comunemente denominati Web cookietracking cookie o semplicemente cookie) sono righe di testo usate per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server, come ad esempio siti web preferiti o, in caso di acquisti via internet, il contenuto dei loro "carrelli della spesa".

Nel dettaglio, sono stringhe di testo di piccola dimensione inviate da un server ad un Web client (di solito un browser) e poi rimandati indietro dal client al server (senza subire modifiche) ogni volta che il client accede alla stessa porzione dello stessodominio web. Il termine "cookie" – letteralmente "biscotto" – deriva da magic cookie (biscotto magico), concetto noto in ambiente UNIX che ha ispirato sia l'idea che il nome dei cookie HTTP.

Ogni dominio o sua porzione che viene visitata col browser può impostare dei cookie. Poiché una tipica pagina Internet, ad esempio quella di un giornale in rete, contiene oggetti che provengono da molti domini diversi e ognuno di essi può impostare cookie, è normale ospitare nel proprio browser molte centinaia di cookie.

(Tratto da Wikipedia)